TOP

copertinaMillepianiUrban6

La crisi dell’attuale modello di urbanizzazione non è soltanto da mettere in corrispondenza con la crisi dell’abitare, ma va posta in relazione con la difficoltà di elaborazione di una visione più complessiva capace di interrogarsi sui nuovi equilibri economico-politici, che inducono spostamenti e migrazioni di massa non riferibili unicamente alla proliferazione di guerre o di regimi totalitari, ma anche all’inarrestabile movimento di accaparramento di terre, di risorse sottratte alle società locali e conquistate dalle multinazionali.

Leggi tutto: Urban 6

millepianiurban5

How can we rethink the ways of contemporary living? The first consideration that we propose in this book concerns the pre-existing, that is, what we already know and come across in every day life, the usual that accompanies us absently at different times in the declination of our lives.

Contemporary urban space firmly traces the transformation of on-going social processes; and whilst its forms may appear different, they witness a type of wave blast that breaks in different directions unable to be recast.

Leggi tutto: Urban 5 - in libreria

millepianiurban4

Il rapporto privilegiato che l’Internazionale Situazionista ha inteso sviluppare con la città in quanto spazio, ambiente non solo dell’agire, ma anche della sperimentazione delle sensazioni, delle affettività, delle immaginazioni, della trasmutazione di senso del quotidiano, diviene attraverso le pratiche del détournement, della dérive, della psicogeografia, dell’innovazione cinematografica, un orizzonte creativo in cui potenziare la vita e la soddisfazione dell’esistere minacciate dall’industria del consumo e dall’alienazione di massa.

Leggi tutto: Urban 4

Cover 03

La città del nostro tempo è sempre più una città senza progetto, o meglio una città in cui proliferano caotiche occupazioni di spazio unitamente a grattacieli e soprattutto centri commerciali, disney cities disegnate come monadi nel deserto.

Lo spazio pubblico nella tarda modernità dell’Occidente si presenta come spazio critico, assediato e precario al contempo, in cui spesso gli attori paiono intervenire perseguendo la logica del frammento.

Leggi tutto: Urban 3

covermillepianiurban 02

Il grande processo di trasformazione degli ultimi decenni ha incontrato nel- la crisi finanziaria un punto di svolta incontrovertibile. I territori, soprattutto i territori urbani, costituiscono la cartina tornasole, che ci permette di cogliere la natura di questi processi, spesso accelerati e violenti.

In questo volume i contributi proposti partono da questa considerazione, non limitandosi a fotografare lo stato delle cose, ma muovendosi in modo progettuale.

Leggi tutto: Urban 2

copertinaurban01

L’urbano è la condizione esistenziale che riguarda la maggior parte dell’umanità. Nel 2030 la rivoluzione urbana su scala planetaria sarà compiuta.

Crescita demografica, prolungamento della speranza di vita, rivoluzione urbana devono far ricorso alle tecnologie, non solo per quanto riguarda la disponibilità di risorse, beni, informazione, ecc., ma soprattutto per favorire la considerazione di una sfera biotecnologia che ripensi lo statuto di cittadinanza, ossia i diritti costitutivi di una nuova polis su scala ecumenica che dovrà confrontarsi con le sue molte articolazioni, e che dovrà definire diritti di base inalienabili.

Leggi tutto: Urban 1